Dopo che avrai letto questo articolo, ti invito a leggere anche il post che lo conclude: ci trovi i buoni motivi per passare a questo servizio online, qualche “contro” e …una sorpresa finale!

Da professionista o volontario della raccolta fondi (fundraiser interno o consulente per il fundraising che tu sia), sicuramente ti sei trovato a occuparti della comunicazione online di una piccola o media organizzazione non profit. Ancora più precisamente, a lanciare newsletter e campagne via e-mail. L’e-mail è un’invenzione strepitosa e rivoluzionaria. Ma “la potenza è nulla senza controllo“. L’e-mail ‘non costa niente’ (NB: falso! Dove lo mettiamo, almeno, il costo orario persona di chi le scrive?): per questo in certe piccole organizzazioni non profit quasi sostituisce l’invio di comunicazioni cartacee. Ma tu che in queste piccole onp ti occupi dell’e-mailing, ti sarai fatto due domande:

Gioisci: la soluzione esiste ed è pure gratuita! Ti esalterà infatti sapere che a tua disposizione c’è un servizio di e-mail marketing fantastico che risponde al nome di Mailchimp. Io lo uso da circa un anno per lavoro e ti dico una cosa: non potremmo più vivere senza di questo simpatico scimmiotto!

Prendi fiato prima di tuffarti alla scoperta di uno strumento che ti cambierà la vita! 😉 Rispondi con un commento al sondaggio che ho lanciato nell’ultimo post: in segno di riconoscenza, riceverai un video davvero vergognoso!

Come ti dicevo, Mailchimp è gratuito finché rispetti questi due limiti: 2000 iscritti alla mailing list e 12000 invii al mese. Poi ci sono varie soluzioni di pagamento mensile, ma ora non ci interessa, perché sono sicuro che per te come per molti altri lettori di FundraisingKmZero é più che sufficiente.

Ti consiglio caldamente di passare a uno strumento del genere per dare senso al tempo che spendi per newsletter e campagne e-mail, sia che tu le usi strettamente per la comunicazione istituzionale o anche per il fundraising. L’evoluzione (al rovescio, dall’uomo alla scimmia!) sarà questa:

Mentre leggevi, magari ti è venuto in mente qualche argomento da approfondire? Se ti serve una mano, contattami e vediamo assieme cosa si può fare!

Torna domani per la conclusione del post, in cui proverò a convincerti ad usare Mailchimp elencandoti alcuni buoni motivi (e accompagnando il tutto con una chicca eccezionale! 😉 )

Condividi generosamente su